Contro la Bocconi, Prevalle getta i due punti

apo3
11 novembre 2019

E sono quattro le sconfitte filate dell’Imbal Carton Prevalle, che nemmeno sul campo dell’onesta (oggettivamente niente di più) Bocconi Milano, si trova per lunghi tratti il match in pugno per poi sperperare tutto nel finale a causa di percentuali davvero pessime, soprattutto da 3 punti.

Tante le attenuanti generiche per Prevalle in questi due mesi iniziali dove oggettivamente ci si è allenati male: Azzola è rientrato solo sette giorni fa e la condizioni è lontana dal top, Nikola Scekic non si è allenato per oltre un mese per il noto problema alla tibia, Mascadri ai box dieci giorni per un colpo al ginocchio, Bellandi out per venti giorni per una forte scavigliata ed ora Raskovic: fuori dai giochi già da dieci giorni a causa del dito rotto… che dire!

… ma gare come quelle di ieri, come quelle contro l’Olimpia una squadra come la nostra deve portarle a a casa, senza se e senza ma -commenta Davide Apollonio-. “Mi sono rotto di sentir parlare di assenze. Certo in questo momento non siamo da primi posti a causa degli infortuni, ma non si può dopo tre sconfitte di fila, buttar via anche il match contro Bocconi Milano. Gara persa da noi, come tutte quelle perse quest’anno. Non ho mai visto una squadra che oggettivamente ci è stata superiore, forse solo Pizzighettone, le altre han guadagnato i due punti grazie a nostri regali.”

Tutto vero. C’è però da dire che qualche nuovi innesto non ha reso esattamente come ci si attendeva… “Ci si attendeva?! -e qui il patron sbotta- abbiamo ringiovanito la squadra facendo delle scommesse che a lungo termine avrebbero potuto darci qualcosa, addirittura in alcuni casi solo dopo un percorso biennale. Siamo stati costretti a mandarli subito al macello ed adesso chiediamo a loro di risolverci il problema?! E’ no!! Sono i miei senior che devono darsi una mossa, una svegliata e tirare fuori le palle. Hanno fallito troppe volte: adesso conta. Conta davvero. Dimostrino il loro valore..

E adesso ecco il derby con Lumezzane… forse non la miglior partita. “E invece credo di si. Siamo una squadra forte, continuo a pensarlo. E quindi in questo momento difficile, meglio avere le motivazioni al massimo per esprimerci al massimo e cosa c’è di meglio di un derby contro quella a detta di tutti come la corazzata?! Sicuramente sarà una sfida durissima per noi, ma in questo momento, soprattutto noi dirigenti, dobbiamo trarre indicazioni positive non solo nel risultato in se e quindi conterà anche come affronteremo la gara per tutti e 40 i minuti di gioco, se avremo dato il massimo sarò soddisfatto, altrimenti sarà solo l’ennesima prova della mancanza di carattere dei miei ragazzi e dovrò trarne delle amare conclusioni, ma se li conosco bene…

Settimana davvero tosta per Lanfredi e soci, proiettati al difficile derby contro la Virtus, con l’unico obiettivo di lasciarsi alle spalle percentuali pessime, amnesie difensive e palle perse, per dare il “la” ad una nuova ripartenza… domenica ore 18.00 Palazzetto dello Sport di Lonato.

Categorie

Categorie