L’Imbal Carton c’è, ma ancora non basta..

DSC_2533-2
18 novembre 2019

da BresciaOggi – Virtus Lumezzane a due punti dalla vetta, Prevalle sempre più giù. E’ questo il responso del derby giocato ieri a Lonato tra i valsabbini e i valgobbini. Una sfida nostrana che ha regalato grandi emozioni, in cui per larghi tratti è stato proprio il Prevalle a farsi preferire.

Quel Prevalle reduce da quattro sconfitte consecutive al quale il patron Davide Apollonio aveva chiesto di tirare fuori gli attributi, facendo una prestazione all’altezza. E questa c’è stata sicuramente ed è il segnale migliore per i valsabbini: la crisi di risultati c’è (5 ko di fila), ma in compenso si sono visti segnali di ripresa che lasciano ben sperare per il futuro. «Avessimo sempre giocato così, avremmo sicuramente una classifica diversa – le parole del patron del Prevalle Davide Apollonio – Ho visto i miei lottare e giocare come sanno e dunque per la sconfitta contro Lumezzane nulla da recriminare». Lumezzane, dal canto suo, ha vinto un derby in rimonta dopo un scialbo primo tempo.

«Sono contento perché abbiamo affrontato una squadra che, al di là di quello i risultati negativi consecutivi, ha dimostrato di essere viva. E’ sicuramente un altro Prevalle rispetto ad altre partite che avevo visto e dunque faccio un plauso ai miei per la vittoria e soprattutto per il secondo tempo, dove abbiamo subito solo 31 punti». Venendo al match, è stato in grandissimo equilibrio per tre quarti poi nell’ultimo scorcio di gara Lume ha piazzato un break di 10-0 che ha tagliato le gambe ai padroni di casa. Non sono bastati 51 punti della coppia Scekic (26 con anche 9 rimbalzi)-Azzola (25 con anche 8 rimbalzi) per portare a casa i due punti.

Coach Adami trova ottime risposte anche da Zorat, anche se è ancora Azzola a fare il bello e il cattivo tempo: con 15 punti nel primo tempo conduce i valsabbini al 8 di metà gara (43-35). Lumezzane entra però nella ripresa con un’altra faccia. Azzola buca la retina da lontano (55-51) ma è l’ultimo sussulto di Lanfredi e compagni perché Lumezzane nell’ultimo quarto in tre minuti piazza un 0-10 che risulta decisivo ai fini del match. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Categorie

Categorie