L’Imbal piega l’Olimpia nel derby!

DSC_7366
10 febbraio 2020

by nbsket – Ogni campionato ha la sua energia… lo scorso anno per una vittoria come questa avremmo quasi storto il naso, ma ogni anno è a se (ed è giusto sia così) e quindi la vittoria di ieri in questo 2020 è stata accolta con esultanza tribale sia in campo che sulle tribune, tutti consapevoli del fatto che era davvero l’ultima chiamata per cercare, è sarà comunque durissima, di conquistare un posto nelle prime otto nella classifica finale della regular season.

Le due squadre si presentano al derby con non pochi problemi di formazione: gli ospiti devono rinunciare a Bona e Gotti, mentre coach Baltieri deve fare a meno di Ciman (affaticamento) e dopo pochi minuti anche di Scekic. La gara parte subito forte per Azzola e compagni, grazie soprattutto alle triple del proprio leader bergamasco, ben coadiuvato da Delibasic, ai quali è praticamente il solo Tomic a rispondere nel pitturato. Bellandi è carico ed offre doppi possessi ai suoi anche se si mangia una schiacciata sulla sirena del quarto. I primi 10′ ci raccontano di una difesa prevallese finalmente all’altezza, dopo molte gare fatte di partenze “a vuoto” nella nostra metà campo.

I secondi 10′ partono sul 27 a 18 e la musica purtroppo cambia: l’attacco rossobianconero si inceppa e con lui anche il lavoro difensivo; sale in cattedra il duo Marelli-Dalovic capaci di mettere a referto 14 punti totali che valgono il sorpasso sulla sirena (40 a 43), con Prevalle che viene tenuto a galla dal solo Mascadri. Al rientro dagli spogliatoi l’inerzia del match si sposta nuovamente in mani prevallesi grazie ad uno spietato Azzola e al duo Mascadri-Raskovic che sembrano torni quelli delle gare migliori. Lumezzane cerca di limitare i danni con Marelli e Milovanovic ma il divario tra le due squadre cresce fino ad arrivare ad un pericoloso -7 (60-67) a cavallo tra terzo e quarto quarto, dove l’Olimpia piazza un parziale di 10-0 complice anche una tripla (l’unica su cinque tentate) dell’ex di turno Pesenti.

E’ un canestro di Faini a spezzare il digiuno prevallese e subito dopo una tripla di Mascadri ha ridestare anche il pubblico di casa che non molla una attimo e si fa sentire come non mai dalle tribune del Palazzetto di Lonato. Raskovic è vivo e porta a contatto i suoi, ma Milovanovic pesca il jolly, facendo fischiare uno tra i più dubbi quinti falli della storia del basket al pivot prevallese. Riporta l’inerzia a favore nostro un’incredibile palla rubata con conseguente 1vs0  di capitan Lanfredi per il -3 (70-73); ma è quando mancano solo 3 minuti al termine, Dalovic mette la sua ennesima tripla di giornata (70-76), che scendono i nuovoloni grigi della domenica sera sul parquet di Lonato, subito però cancellati da un .3.3 di  Azzola (73-76). Offensiva lumezzanese con Pesenti che sbaglia da due il suo piazzato, catturato da n Saletti in gran serata, che sul capovolgimento di fronte mette a segno in transizione il -1 dal pitturato (75-76).  Dalovic fa 2/2 dalla lunetta e Prevalle sbaglia il tiro del pareggio (75-78). Ma è ancora Saletti a riportare i suoi sul -1 (77-78), prima di un tiro sbagliato di Dalovic e del conseguente fallo subito da Lanfredi a rimbalzo; il capitano rossobianconero fa 1/2 che vale il pareggio a 78 punti a 32” dalla fine. Ecco qui il canestro che non ti aspetti da Tomic, che porta i suoi sul +2 (78 a 80), realizzando un tiro dai 5 metri cadendo all’indietro… capovolgimento di fronte Delibasic effettua  un rimessa in attacco, palla a Lanfredi che si butta dentro ma è raddoppiato e così ridà la palla al numero 9 portatosi in mezzo angolo fuori dalla linea dei 6.75mt….. triplaaaaaa!!! +1 Prevalle (81-80). Ultima azione della gara: mancano 11” quando Pesenti che cerca di sfruttare il pick n’roll con Tomic, ma il lungo valgobbino è troppo scoordinato e commette un duro e macroscopico fallo su Lanfredi: palla recuperata. alla recuperata poi dai rossobianconeri con fallo sistematico su Azzola, che si portano sul 83 a 80…. Prevalle esce dal time out per non concedere un tiro da tre che però Marelli si prende ugualmente da distanza siderale, ma la palla non prende nemmeno il tabellone… vittoria. Due punti al termine di una vera e propria battaglia, due punti conquistati finalmente con orgoglio e coraggio, le doti che dovremo mettere in campo da qui fino alla fine!

 

Categorie

Categorie