Un Prevalle decimato sfiora l’impresa..

DSC_0185-4
28 ottobre 2019

Senza Raskovic e Azzola, i ragazzi di coach Adami giocano un grande match, ma, stremati,  devono capitolare sull’ultimo possesso.

da BresciaOggi – Dopo quaranta minuti di autentica battaglia, e grazie a una magia di Nacho Davico, la Gardonese vince il derby con Prevalle. Una sfida che la Migal ha dovuto effrontare senza Filip Palac. Ma ben più gravi sono state le defezioni nella squadra ospite, orfana al PalaItis del lungodegente Marco Azzola, ma soprattutto di Marko Raskovic, infortunatosi con tanto di frattura a un dito della mano sinistra venerdì sera nel corso della rifinitura.Ha vinto la squadra triumplina in virtù di un miglior controllo dei palloni importanti del derby.

Ad esempio quello finito nelle mani fatate del gaucho Nacho Davico, che con il Prevalle in piena rimonta ha insaccato la bomba valida per il +5 (64-69). A 14″ secondi dallo scadere gli ospiti hanno provato a inventarsi una soluzione rapida, ma Delibasic, il migliore dei biancorossoneri di Adami, si è fatto stoppare da Michael Balogun il disperato tentativo dalla linea dei 6,75. La Migal ha vinto anche la battaglia sotto i tabelloni, conquistando ben 37 rimbalzi contro i 26 dell’Imbal Carton, e soprattutto concedendo solo tre carambole quando il Prevalle era in attacco. C’è una grossa differenza anche tra le palle perse a favore dei locali (14/21), ma nonostante tutto la formazione del presidente Michele Lancellotti è stata assolutamente in partita fino ai secondi finali.

Nel primo tempo, dopo un avvio favorevole alla Migal (11-5), sono Mascadri e compagni a farsi preferire, tanto da chiudere il periodo in vantaggio sul 21-14. Purtroppo per gli ospiti nel quarto successivo il canestro triumplino diventa inviolabile per cinque minuti esatti e la Migal ne approfitta per piazzare il 10 a 0 con il quale al 15′ si porta in vantaggio sul 24 a 21. Per tutto il resto della contesa sono i padroni di casa, magistralmente condotti da Diego Sguaizer in panchina e da Nacho Davico in campo, a tenere il comando delle operazioni. Più volte sotto di 9 lunghezze, l’ultima delle quali anche all’inizio dell’ultimo periodo, l’Imbal Carton ha il merito di non demordere mai e con i due liberi di Nikola Scekic di portarsi a un solo possesso dalla Migal (56-58).

Nel finale prima un canestro fondamentale, realizzato da Mattia Franzoni (66-61), poi la magia di Davico chiudono a favore della Gardonese il combattuto derby. Due punti pesanti. © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Categorie

Categorie